mercoledì 23 gennaio 2013

Aiutateci ad imparare, sistemate le finestre! (+ cahier de doléances)

 Chi apre la porta di una scuola, chiude una prigione. (V.H.)

"Lo scopo della scuola è quello di trasformare gli specchi in finestre", ha scritto il giornalista Sydney J. Harris; in altre parole quello di trasformare una zucca vuota in una mente aperta. Ma come si può pensare di fare tutto questo, se l'edificio che ospita le zucche, il nostro Liceo, va in rovina davanti ai nostri occhi?
Al primo piano, nell'ala del Liceo Classico, (scusate se parlo della mia classe, ma scommetto che tutti potremmo scrivere cose simili alle mie) si trova la 4B 2.0. È la classe digitale. Ognuno dei 19 alunni ha in dotazione un iPad Apple, ha uno WiFI proprio e l'Apple TV. Lo possiamo dire? Tutte queste cose sono superflue, accessori inessenziali. Solamente una di tre finestre funziona e dagli anodizzati telai in alluminio delle altre due arrivano spifferi gelidi. In classe si raggiunge quasi la temperatura esterna. Da un buco nel muro a nord, che è stato rappezzato con scotch e cartone da un alunno ormai tre anni fa, penetra in questi giorni un'aria polare. Quando arriverà la bella stagione sorgeranno altri problemi: gli alunni possono aprire solamente una finestra, l’altra è rotta. la terza non ha più i cardini e semmai è lei che potrebbe aprire gli alunni. Non ci sono più le serrande. Dopo essersi incurvate e bloccate più di un anno fa, si sono staccate e non sono mai state sostituite. Il sole punta il suo barbaglio direttamente sulla LIM, rendendo impossibile usufruire della lavagna interattiva. Alcuni cartelloni sono stati appesi per opporsi al passaggio della luce, ma il loro soccorso si è rivelato decisamente al di sotto delle aspettative.
Alla richiesta di riparazione di tutto ciò, come si dovrebbe, è stato risposto che è di competenza della Provincia, della Regione. Alla 4B 2.0 non interessa la burocrazia: c'è la realtà che incombe. La realtà sono le finestre che necessitano di una riparazione urgente. 
Gli alunni sono il futuro e meritano di lavorare in una struttura adeguata. Non si chiede l'impossibile. Aiutateci ad imparare, sistemate le finestre!

Creato con Padlet