Passa ai contenuti principali

Post

IN EVIDENZA

IL CORO D'ISTITUTO AL “FESTIVAL DI PRIMAVERA”

Post recenti

Venerdì 24 maggio il secondo sciopero globale per il clima

La mattina di venerdì 24 maggio prossimo si terrà il secondo sciopero globale per il clima che, analogamente al primo, vedrà coinvolti tutti i ragazzi e gli studenti del mondo. Dopo lo sciopero del 15 marzo scorso abbiamo ottenuto il supporto degli scienziati del comitato “La Scienza al Voto” che, tramite una lettera aperta, ha subito trovato l’appoggio di numerosi altri studiosi del clima e non solo. Crediamo che protestare per chiedere che venga rispettato l’Accordo di Parigi debba essere un dovere morale di tutti i cittadini, in particolare di coloro che subiranno maggiormente le drammatiche conseguenze della crisi climatica in atto. Questo tipo di manifestazioni sono legittimate da una conoscenza scientifica oggi più solida che mai: l’ultimo rapporto dell’IPCC (ottobre 2018) intima di ridurre le emissioni di gas serra del 50% entro il 2030 e del 100% entro il 2050. Non c’è più tempo e i campanelli d’allarme si stanno già facendo sentire, dagli eventi meteorologici sempre più anom…

NEL NOME DI DUE VECCHI COMPAGNI. PREMIATO IL VIDEO DEI RAGAZZI DELL'ASL “RICERCA STORICA E ARCHIVIO DI STATO" SU GIACOMO E SERGIO RUSSI

Li ricordano due pietre d'inciampo due sampietrini dorati incastonati, uno vicino all'altro nel selciato nella zona di Corso Amendola. Non vi daremo le coordinate, le pietre dell'artista tedesco Gunter Demnig sono pensate per venirci addosso quando non ce lo aspettiamo, come il destino ha fatto con gli uomini a cui sono dedicate. Il Regime fascista aveva spie dappertutto, in tutte le osterie e in tutti i pianerottoli. Giacomo e Sergio Russi, padre e figlio, pionieri dell’industria farmaceutica nazionale, caddero vittime della delazione e della discriminazione razziale. Finirono deportati nel campo di concentramento nazista di Meppen Versen in Germania. Qui, innocenti, morirono nel 1944. A ricordarne le figure adesso c'è anche un video, che si è aggiudicato il premio speciale alla 6^ edizione del Concorso Scolastico Regionale “Esploratori della memoria”, indetto dall’Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi di Guerra.



Il documentario si intitola “Talenti strappati a…

“OVUNQUE SARAI” IL RITORNO DI JACOPO MICANTONIO

Il 15 aprile è uscito il nuovo singolo di Jacopo Micantonio della 5G dello scorso anno Il pezzo è disponibile su Spotify e sui principali digital store.  Ieri il brano, scritto da Jacopo e Javier Eduardo Maffei ha vinto il Premio speciale del Presidente di giuria al 24° Festìval dell'Adriatico - Premio Alex Baroni. Complimenti davvero. Jacopo ha solo 19 anni, ma ha già un bel repertorio. se non lo conoscete ancora come artista è l’occasione buona per farlo. In bocca al lupo, Jacopo!


"MI MANCHERÀ SICURAMENTE L’ALLEGRIA, IL SORRISO E L’ENERGIA DEI RAGAZZI"

Dopo vari tentativi di prendere un appuntamento con lei, riesco a convincere la professoressa di ginnastica, Alessandra Alessandrelli, a dedicarmi un po' di tempo per un’intervista. La professoressa è stata scelta per l’allegria e per l'umorismo che è sempre presente durante le sue lezioni! Ma soprattutto perché, purtroppo, dal prossimo anno, ci abbandonerà: ha deciso di andare in pensione… vediamo cosa ha raccontato a noi del Carletto.

Alunna: Ci siamo prof? Professoressa: Eccome! A: Partiamo? P: Te non ce l’hai un foglio di carta e una penna? A: No registriamo… è più semplice… P: Oddio… ma io ci devo pensare alla risposta…mi sento ancora peggio… A: Ma no prof! Viene tutto più spontaneo!
Iniziamo con la sua carriera scolastica e lavorativa! Innanzitutto, ho studiato da ragazza alle scuole magistrali e tre anni a Urbino all’ISEF; quindi ho insegnato come allenatrice di atletica leggera: due anni di centri estivi e diverse lezioni ai bambini delle elementari. Quando ho fatto la…

UNA PAGELLA IN MARE

Sono stata al flash mob sulla spiaggia di Collemarino alle 15:30, perché mi ha invitato una mia compagna di classe che è tra le organizzatrici di questo progetto.
Le persone che hanno preparato l'evento hanno cucito una pagella sulla mia felpa in ricordo di un ragazzo recuperato morto in mare qualche anno fa con, anche lui, una pagella cucita sui vestiti.
Quel ragazzo, però, aveva una comune pagella con scritti sopra dei voti, invece, a noi è stata data una pagella con scritti dei diritti accanto ad ogni materia:


Lingue: hai il diritto di esprimere liberamente i tuoi pensieriStoria: hai il diritto anche tu a vivere la tua vitaMatematica: hai il diritto di "contare"

Gli organizzatori ci hanno invitato a stenderci sulla sabbia e hanno fatto passare sopra di noi un telo azzurro per simulare il mare. Questa esperienza mi è piaciuta molto ma allo stesso tempo è stata un po' malinconica perché era ispirata ad un evento tragico. In seguito ho intervistato una delle coordina…

NON SI VEDE NULLA ALL'ESTERNO DI QUESTO FUOCO CHE MI BRUCIA IL CUORE?

Nostra Damus, Notre Dame, Nostra Signora…la cattedrale per eccellenza, celebrata nel romanzo di Victor Hugo “Notre Dame de Paris” da cui sono tratte le parole che hanno dato il titolo a questo articolo.  Non mi aspetto che tutti abbiate letto il libro, magari avrete visto il film Disney “Il Gobbo di Notre Dame”, ma credo che tutti ora conosciate questo monumento parigino; l’abbiamo vista tutti ardere, divorata dalle fiamme, come lo stesso Hugo aveva profetizzato nel libro:

<< in cima alla galleria più elevata, più in alto del rosone centrale, c’era una grande fiamma che montava tra i due campanili, con turbini di scintille, una grande fiamma disordinata e furiosa di cui il vento a tratti portava via un limbo nel fumo>>
Una cattedrale gotica, con il rosone gigantesco, nel quale sono rappresentati i santi; con le statue di quest’ultimi che osservano tutti i fedeli che varcano la soglia; con i “guardiani di pietra”, i famosi gargoyle (statue che allontanavano gli infedeli, s…