Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2017

Piccolo Agone Placidiano: i vincitori per il nostro liceo

Si è concluso il Piccolo Agone Placidiano, nona edizione della gara di traduzione dal greco promossa dal Liceo Classico Dante Alighieri di Ravenna.

Trenta alunni delle classi seconde, terze e quarte del nostro Liceo, preparati in classe e in laboratori di traduzione pomeridiana dagli insegnanti, hanno aderito alla gara e si sono cimentati in una complessa prova di traduzione e commento, della durata di quattro ore: 
Le classi seconde hanno affrontato brano tratto dalla Cronografia di Teofane, per le terze c'era la Crestomazia di Proclo, un brano della Storia Romana di Dione Cassio per le quarte.
I vincitori per il nostro liceo sono stati: -Brenno Rubegni (2AM) per le classi seconde, davanti a Francesco Galasso (2BM) e Pierfrancesco Gigli (2CT); -ex aequo tra Gabriele Carosi (3AM) e Lucia Copparoni (3CM)per le classi terze, davanti a Giulia Capannelli (3AM); -Sara Coacci (4CM) per le classi quarte, davanti a Irene Mondella e Alessandro Carletti (4AM).

Voci da terre lontane

"...da tempo sentivo in me il bisogno di fare qualcosa di nuovo e di diverso, di respirare un'aria nuova, pulita; un paese ricco di storia, di bellezze naturali e artistiche come la Grecia era l'ideale. Ho visto opere d'arte che prima d'ora avrei soltanto potuto vedere sul libro, mi sono sentito catapultato nel tempo in un viaggio a ritroso di tantissimi anni, ma ho anche fatto nuove esperienze e nuove conoscenze che mi hanno arricchito tantissimo dal punto di vista umano." (Anonimo di ritorno dalla Grecia)
In un locale notturno parigino, alla luce accesa e quasi impudica, nella sua vivezza, di una lampada a petrolio, ad un tavolino appartato, tondo e con gli zampi lavorati in ferro battuto, tra cameriere affrettate, vestite di pizzo, dagli occhi tristi e dalla faccia stanca, costrette a falsi e forzati sorrisi dall'incombenza della clientela, che vuole ridere, divertirsi, ballare e scherzare, tra le risa sguaiate e penetranti delle facoltose signore che siedono coi loro mariti, dignitosi uomini d'affari o di legge che, dopo una lunga giornata di lavoro, avranno pur diritto al loro svago serale, lasciando i figli a casa, magari con la balia, donna di periferia, buona vecchia un po' all'antica, che sa ancora accudire bene i bambini, tra la musica d'operetta che vuole ammaliare, coi suoi ritmi frenetici, accesi, sfrenati, e con la stridula voce della cantante che, osannata da bei giovanotti in frac, gode nel farsi lodare come una musa viziata, spassandosela a prendersi…

ASL con il FAI in Pinacoteca

Ha riscosso un notevole successo di pubblico e ai ragazzi sono andati i complimenti delle responsabili del F.A.I. e di tutti coloro che hanno visitato la Pinacoteca per la professionalità e la responsabilità con le quali ognuno ha svolto il suo compito.  Il 25 e il 26 marzo, alla fine di un lavoro di preparazione iniziato già a novembre (vedi il post "Tra antico e contemporaneità") gli studenti del triennio del Liceo Classico Rinaldini hanno partecipato alle giornate di Primavera del F.A.I. illustrando al pubblico le opere della Pinacoteca Civica Podesti di Ancona.
Un ottimo lavoro, che ha fatto onore al nome del Liceo. Ogni studente ha presentato una sola opera o un solo tema, ma con grande approfondimento: Podesti, Crivelli, Tiziano, Guercino fino ai contemporanei; un'attenzione particolare anche per spiegare le logiche che hanno guidato la ristrutturazione della Pinacoteca e l'elaborazione del nuovo percorso museale.
Le referenti del progetto, prof.ssa C. Sandroni e…