Tutto si può perdonare. E la squadra del Rinaldini vince il V Torneo Nazionale di Dibattito a Padova





Il dibattito è uno sport violento, una lotta, ma le vostre armi sono le parole.
Tutto si può perdonare? Prova a rispondere alla domanda del titolo. Enunciando chiaramente la posizione assunta (sì o no), fornendo solidi esempi e inconfutabili prove a sostegno della tua posizione, replicando fermo e pacato alle eventuali obiezioni e chiudendo la tua argomentazione con un colpo retorico in grado di far restare la tua posizione ben impressa nel mente dell'uditorio. Provaci e dimmi poi com'è andata.
È questo lo spirito di un dibattito. E la domanda del titolo è stato il topico della V finalissima del Torneo nazionale di dibattito Palestra di Botta e Risposta svoltosi nel maestoso Studio Teologico del Santo della Basilica Sant’Antonio di Padova. L’incontro conclusivo si è svolto tra la squadra del Liceo Rinaldini di Ancona allenata dalla prof.ssa Alessia Ascani che ha dovuto sostenere l’onere del PRO e la squadra del Liceo Torricelli di Bolzano capitanata dalla Prof.ssa Sara Collini con l’onere del CONTRO.


Domenica 30 la squadra del Rinaldini ha vinto il V Torneo Nazionale di Dibattito a Padova, uno dei tornei più prestigiosi a livello nazionale. I ragazzi sono stati fenomenali. Si sono formati durante l'anno scolastico 2017/2018 al corso di dibattito, nell'ambito del progetto Dibattito di cui è referente la prof.ssa Alessia Ascani. Dal 3 settembre quasi tutti i giorni gli alunni si sono preparati sui tre temi di dibattito del torneo (Smartphone e tablet in classe migliorano l’apprendimento?, Conta di più sapere o volere? e, infine, il topico della Finalissima Tutto si può perdonare?) 

Complimenti, dunque alla squadra del nostro Liceo (nome di battaglia Bombi distinguendi):

Gaia Maria Fringuelli
Giulia Capannelli
Rebecca Gambelli
Lucrezia Sofia Diotallevi
Edoardo Terilli
prof.ssa Alessia Ascani (all.)

e anche alla squadra del Liceo Torricelli di Bolzano, (nome di battaglia: Questione Spinoza).
La notizia della vittoria della finale è apparsa sul Gazzettino di Padova e sul nostro Corriere Adriatico.



Commenti