giovedì 5 gennaio 2017

La ruota della vita

E’ il rap che accompagna la prima parte del video "L'occhio del tempo" (premio Selezione Giuria al 53° Convegno di studi pirandelliani di Agrigento, dicembre 2016) anche questo scritto ed eseguito dai nostri musicisti


LA RUOTA DELLA VITA di Tommaso Centanni

…E la ruota della vita gira instancabile
come una tigre incattivita insaziabile
non si può dire che Serafino fosse un tipo affabile
ma aveva capito che stare al mondo non è facile

Ora vi racconterò la storia di Serafino
che di Duccella si era invaghito
schiavo di una macchina da lui comandata
ma consapevole che quella manovella va girata

Un uomo automa la cui vita è meccanizzata
figlio di una società da tempo deturpata
non è colpa sua ma di una mentalità errata
colpa di una vita che era già determinata

Pianificata impassibile senza sensazioni
sciupato da una macchina che si nutre di passioni
distaccato da una realtà che non gli appartiene
mi chiedo se fosse lui o noi ad essere in catene

E la ruota della vita gira instancabile
come una tigre incattivita insaziabile
non si può dire che Serafino fosse un tipo affabile
ma aveva capito che stare al mondo non è facile


Avanti a lui un corpo da quella tigre smembrato
e Serafino muto terrorizzato da quello che è stato
con un po’ di carta pulisce l’obbiettivo insanguinato
e gira perché è solo quello l’obbiettivo programmato

La colpa è della macchina che il teatro distrugge
la colpa è del regista che taglia e cuce
il teatro cancellato come una gomma su un foglio di carta
il trionfo della banalità e l’orrore del tempo che passa

Si è reso conto che nasciamo per morire
e ha capito che la colpa è del tempo che uccide

E la ruota della vita gira instancabile
come una tigre incattivita insaziabile
non si può dire che Serafino fosse un tipo affabile
ma aveva capito che stare al mondo non è facile…

Nessun commento:

Posta un commento